Pubblicate le statistiche del 2022 INTERO PERIODO 1 GENNAIO – 31 MARZO

Rss feed

Alto il tasso di raggiungimento di un accordo nella nuova materia relativa agli inadempimenti dovuti alle misure di contenimento COVID d.l.6/20 art. 3 co. 6bis e 6ter (57%).

Letto 199 dal 05/07/2022



pubblicate-le-statistiche-del-2022-intero-periodo-1-gennaio-31-marzo-1124-6.jpg Il confronto delle iscrizioni e delle definizioni del 1° trimestre 2022 con quelle dello stesso periodo del 2021 evidenzia un decremento di circa il 5% che viene ricondotto alla ripresa, nel 2021, dell’attività giudiziaria post pandemia che ha determinato un recupero, seppur parziale, delle iscrizioni e delle definizioni non effettuate nel corso del 2020. Se si confrontano le iscrizioni e le definizioni del 1° trimestre 2022 con quelle dello stesso periodo del 2019 si evidenzia un incremento dell’11% per le iscrizioni e del 2% per le definizioni.
In tema di contratti assicurativi, nel 1° trimestre 2022, le iscrizioni nella materia assicurativa sono diminuite di circa il 11% rispetto allo stesso periodo del 2021. Le iscrizioni sono ridotte sia presso gli Organismi “outlier” (3%) sia presso gli altri Organismi (39%).
Sono state depositate 120 iscrizioni nella specifica materia "Inadempimenti dovuti alle misure di contenimento COVID d.l.6/20 art. 3 co. 6bis e 6ter", introdotta nel terzo trimestre 2020, e le iscrizioni nelle materie già esistenti, dovute ad inadempimenti connessi con le misure di contenimento COVID, pari a 1.141. E’ alto il tasso di raggiungimento di un accordo nella nuova materia relativa agli inadempimenti dovuti alle misure di contenimento COVID d.l.6/20 art. 3 co. 6bis e 6ter (57%).
Nello stesso semestre va rilevato un miglioramento per quanto riguarda la percentuale di aderenti comparsi che si attesta al 51,3%. In questi casi il 27,3%  raggiunge l’accordo conciliativo. La materia in cui ciò avviene maggiormente è la divisione e successione ereditaria. La peggiore è contratti assicurativi.
Per quanto riguarda la mediazione demandata, si distingue l’ipotesi delle materie non obbligatorie in cui l’accordo è raggiunto nel 25% dei casi (40% se superato il primo incontro) mentre in caso di demandata per improcedibilità l’accordo è raggiunto nel 32% dei casi (53% se superato il primo incontro). La prima viene utilizzata solo nel 7% dei casi.
Gli scaglioni in cui è più probabile giungere ad un accordo sono quelli tra 1000-5000; 5000-10.000 e 10.000-25.000.
Il Lazio e la Lombardia guidano le regioni italiane quanto al tasso di definizione delle controversie in mediazione (14%).
La durata media delle procedure nel primo trimestre del 2022 è di 185 giorni.
 
https://webstat.giustizia.it/Analisi%20e%20ricerche/Mediazione%20Civile%20-%20Anno%202022%20(primo%20trimestre).pdf