Risposte utili

 

Le informazioni pratiche ed utili per non avere dubbi sulla procedura da seguire

 

Sono un avvocato, posso firmare l'istanza di mediazione per conto del mio cliente?

Si ma nel primo incontro, se il cliente non dovesse partecipare, dovrà depositare la fotocopia del documento di identità del cliente ed il mandato alla mediazione sottoscritto dal cliente.

 

Se dichiaro che la pratica è di valore indeterminabile, quale scaglione si applica? 

Per il pagamento del contributo unificato, nel processo civile, si fa riferimento alla tabella che va da 26.000 a 52.000 euro.
Nella mediazione il ragionamento da adottare è diverso. Qualora il valore risulti indeterminato, indeterminabile, o vi sia una notevole divergenza tra le parti sulla stima, l'Organismo decide il valore di riferimento, sino al limite di euro 250.000, e lo comunica alle parti nella convocazione del primo incontro. Successivamente, al primo incontro informativo, verrà concordato tra mediatore e parti il valore da utilizzare (art.16 c 8, dm 180/2010). 

 

Posso depositare l'istanza presso l'info point o la vostra sede?

Al fine di avere una data certa di deposito, è necessario spedire l'istanza sempre via fax o pec. La data certa può essere utile nel caso di prescrizione e decadenza o nel caso in cui controparte depositi un'istanza (per il medesimo caso) in un altro organismo di mediazione. Inoltre le consente di attivare la mediazione rimanendo comodamente nel suo Ufficio.

 

Ho molti documenti, posso consegnarveli presso l'info point o la vostra sede?

Può depositare i documenti comodamente dal suo ufficio spedendoli via fax, via email o caricandoli nella sua area riservata.
Ricordi che ai fini della mediazione può essere sufficiente anche il solo deposito di una relazione dettagliata della vicenda o una perizia; non è necessario depositare decine di documenti come se si stesse depositando un atto di citazione. Il mediatore non è un arbitro e non effettua valutazioni di diritto. Se sarà necessaria della documentazione verrà richiesta in corso di mediazione.

 

Posso effettuare il pagamento in contanti presso l'info point o la vostra sede?

Si, nella maggior parte delle nostre sedi, accettiamo pagamenti anche in contanti o tramite assegni, oltre che con bonifico, bollettino, carta di credito on line, paypal, postepay.

 

Vi ho inviato l'istanza via fax, entro quanto tempo mi contatterete?

La contattiamo entro poche ore; in genere in 4 ore lavorative diamo avvio al procedimento e facciamo a partire le convocazioni.

 

Posso indicare dei mediatori che possano seguire la mia mediazione?

SI, può suggerire sino a tre mediatori. La designazione spetterà, comunque, all'Organismo che sceglierà in base alla preparazione ed esperienza del mediatore nella materia oggetto di mediazione. Ricordi, comunque, che il mediatore non è un giudice o un arbitro, ma un facilitatore del dialogo tra le parti e del ravvicinamento delle loro posizioni. Quindi la sua posizione è neutra.

 

Gli istanti sono due, devono pagare due quote o una?

Quando vi sono più soggetti e rappresentano un unico centro d'interesse si considerano come un'unica parte e sarà dovuta una sola indennità. Ad esempio, costituiscono un unico centro di interesse i comproprietari di un bene immobile indiviso che ha subito dei danni cagionati da un terzo; al contrario non rappresentano un unico centro di interesse i proprietari di due distinte unità immobiliari che agiscono contro un terzo per i danni cagionati ad entrambi gli immobili.

 

Sono un avvocato, serve una "procura notarile" per rappresentare il mio cliente assente all'incontro?

Dal punto di vista giuridico: nella mediazione è importantissima la presenza personale delle parti, anche in videoconferenza. Nei casi in cui ciò non fosse possibile (es clienti troppo anziani) è sufficiente il deposito del mandato  assiema ad una copia del documento di identità. Qualora però si dovesse giungere ad un accordo tra le parti es. su diritti reali, l'incontro verrà rinviato e l'avvocato, per una valida sottoscrizione, si dovrà munire di una procura notarile.

Dal punto di vista di mera opportunità: è sempre fortemente richiesta la presenza personale della parte.

 

Ho necessità di trascrivere, con urgenza, nei registri immobiliari la domanda giudiziale, come posso fare?

Lei può instaurare il processo e trascrivere il relativo atto e contemporaneamente avviare la mediazione. Il giorno della prima udienza, qualora la mediazione non si fosse ancora conclusa, il giudice fisserà un rinvio ad una data successiva alla durata massima della mediazione, ossia 3 mesi.

 

Posso non accettare la Proposta del mediatore?

Il mediatore, su richiesta delle parti e ove ritenga sufficienti le informazioni acquisite, può formulare una "Proposta di Conciliazione" per chiudere la controversia prima dell'avvio di ogni iniziativa giudiziale. La Proposta verrà comunicata per iscritto alle parti, le quali dovranno far pervenire al mediatore (sempre per iscritto ed entro sette giorni) l'accettazione o il rifiuto della stessa. Se la Proposta non venisse accettata e iniziasse il processo davanti al giudice, qualora la sentenza corrispondesse alla Proposta, le spese del processo potrebbero essere a carico della parte che ha rifiutato ingiustificatamente la Proposta conciliativa, dimmi di più.

 

Un mio cliente usufruisce del gratuito patrocinio, come posso attivare la mediazione?

Come chiarito dal Ministero di Giustizia, rispetto ai soggetti che si trovano nelle condizioni di gratuito patrocinio, gli Organismi di Mediazione sono tenuti a fornire il servizio gratuitamente, e nessuna somma sarà rimborsata dal Ministero. Pertanto non è sufficiente presentare l’autocertificazione che, a differenza di quanto avviene per una normale causa giudiziale verrà verificata dall’Ufficio del Registro, ma sarà necessario depositare attestazione ISEE. Precisiamo che le uniche somme che saranno dovute sono le spese non previste dall’art 16 del dm 180/2010 (es. costi di notifiche-raccomandate, se le parti decidono di utilizzare un consulente tecnico, ecc.).