L' istituto della mediazione esige la presenza personale di entrambi le parti.

Rss feed Invia ad un amico
Avv. Elisabetta De Pasquale

Tribunale di Roma, sentenza del 12-11-2018

A cura del Mediatore Avv. Elisabetta De Pasquale da Torino.
Letto 180 dal 05/12/2018

Commento:
La partecipazione personale della parte che ha promosso la mediazione è uno dei requisiti fondamentali per consentire all'istituto di svolgere il suo compito. La mediazione ha quale obiettivo quello di consentire alle parti di raggiungere un accordo. Non è sufficiente, dunque, promuovere la mediazione. È fondamentale, anche, parteciparvi attivamente. La mancata partecipazione dell'onerato, dunque, determina l'improcedibilità della domanda. L'istituto della mediazione esige che siano presenti anche le parti in quanto mira a riattivare la comunicazione tra le stesse.

Testo integrale:

Allegati:

aa aa
Chi è l'autore
Avv. Elisabetta De Pasquale Mediatore Avv. Elisabetta De Pasquale
Sono fortemente convinta che l’istituto della mediazione sia lo strumento più utile che oggi abbiamo a disposizione per la gestione dei conflitti inter partes, poiché per conseguire una vittoria non è necessaria una guerra e ognuno di noi, cercando di comprendersi vicendevolmente, può trovare soluzioni ragionevoli ed eque per il raggiungimento dei propri obiettivi individuali.
Mi sono laureata in giurisprudenza con lode, presso l’Università degli Studi di Torino e ho frequentato la Scuola di Sp...
continua





Per noi la tutela della privacy è una cosa seria: I dati immessi non vengono usati per scopi pubblicitari, in ottemperanza al D.lgs.196/2003

I campi contrassegnato con (*) sono obbligatori

Invia