La parte soccombente nel giudizio può essere condannata a pagare le spese sostenute dal vincitore nel procedimento di mediazione

Rss feed Invia ad un amico
Avv. Laura Manca

Tribunale di Roma, 31.7.23, sentenza n. 11906, giudice Maria Grazia Berti

A cura del Mediatore Avv. Laura Manca da Cagliari.
Letto 221 dal 07/10/2023

Commento:

In una controversia condominiale intentata con ricorso ex art. 702 bis c.p.c. dall’amministratore giudiziario (due amm.ci) di un Condominio per il pagamento del compenso professionale, veniva avviata ante-causam la mediazione conclusasi negativamente per il rifiuto del Condominio di accettare una proposta a saldo e stralcio.
 
Il convenuto contestava la pretesa economica vantata dalle amministratrici assumendo che le due non avessero svolto correttamente le loro mansioni. In particolare, per quanto riguardava la gestione ordinaria, il Condominio eccepiva una serie di inadempimenti nell'esecuzione del mandato.
 
La domanda viene ritenuta fondata e meritevole di accoglimento, avendo le ricorrenti dimostrato di aver adempiuto correttamente al proprio mandato professionale. Il tribunale, non ritenendo espletato l’onere della prova da parte del Condominio in merito all’inadempimento delle amministratrici, condannava il Condominio a corrispondere il compenso dovuto e le spese sostenute dalle vincitrici per il procedimento di mediazione promosso prima dell’azione giudiziaria.
 
Il tribunale osserva che il collegamento tra il processo e la mediazione (specialmente qualora essa sia obbligatoria) comporta che tanto l’attività posta in essere davanti al mediatore che quella espletata nel processo vadano coordinate con la conseguenza che la parte soccombente nel giudizio possa anche essere condannata a pagare le spese sostenute dal vincitore nel procedimento di mediazione
 
 
 
 

Testo integrale:

Allegati:

aa
Chi è l'autore
Avv. Laura Manca Mediatore Avv. Laura Manca
Sono avvocato dal 2006 ed ho sempre creduto nell'efficienza dell'attività volta al componimento bonario fuori dalle aule giudiziare ed in particolare com l'ausilio di un terzo soggetto estraneo alle parti ed ai difensori. Sono specializzata in diritto bancario ma affronto anche diverse altre materie tra le tante, diritti reali, successioni e divisioni, condominio. I miei punti di forza sono la tenacia ed il senso pratico nel gestire le questioni giuridiche a me sottoposte.





Per noi la tutela della privacy è una cosa seria: I dati immessi non vengono usati per scopi pubblicitari, in ottemperanza al D.lgs.196/2003

I campi contrassegnato con (*) sono obbligatori

Invia









ok