Nessun compenso giudiziale per l’avvocato che assiste in mediazione la parte ammessa al gratuito patrocinio

Rss feed Invia ad un amico
Avv. Fabrizia  Resta

Tribunale di Tempo Pausania, ordinanza 19.7.2016

A cura del Mediatore Avv. Fabrizia Resta da Lecce.
Letto 1032 dal 11/09/2016

Commento:

In mancanza di una espressa previsione legislativa non può essere liquidato a carico dell’Erario il compenso del difensore per l’attività svolta durante un procedimento di mediazione, anche se concluso positivamente.
Secondo il Tribunale di Tempio Pausania nella mediazione civile che pure è prevista obbligatoria dalla legge in vista di un successivo giudizio, l’avvocato non svolge una attività professionale in esecuzione “di un mandato alle liti conferito per la rappresentanza e la difesa in giudizio”, unico presupposto, questo, per poter accedere alla liquidazione delle spese giudiziali a carico dello Stato.
Sicché stante l’assenza proprio di tale fase giudiziale, il Tribunale ritiene che le parti potevano addivenire ad una bonaria soluzione in via informale e senza accedere alla mediazione.

Testo integrale:
A seguire il provvedimento scaricabile

aa aa
Chi è l'autore
Avv. Fabrizia  Resta Mediatore Avv. Fabrizia Resta
Ho deciso di diventare mediatore nel 2011. In tutta la mia storia professionale non ho mai smesso di credere quanto sia importante spingere le persone a muoversi su un piano superiore a quello grettamente personale, consentendo loro di riappropriarsi della propria responsabile capacità decisionale.
Ho studiato e studio diritto dai tempi dell'università, sono avvocato dal 1993. Ho seguito il contenzioso nei primi anni di formazione e questo periodo mi è servito a capire che non sono fatta per li...
continua





Per noi la tutela della privacy è una cosa seria: I dati immessi non vengono usati per scopi pubblicitari, in ottemperanza al D.lgs.196/2003

I campi contrassegnato con (*) sono obbligatori

Invia