Sulla proposta ex. art. 185 bis c.p.c.

Rss feed Invia ad un amico
Avv. Quagliotti Franca

tribunale di roma, ordinanza del 29-04-2019

A cura del Mediatore Avv. Quagliotti Franca da Torino.
Letto 308 dal 20/02/2020

Commento:
La proposta ex. art. 185 bis avanzata dal giudice in corso di causa si innesta in un rapporto che, tra il processo e la mediazione, deve essere di reciproco rispetto. L’interesse che deve sempre e comunque prevalere, infatti, è quello delle parti. In questa ottica la proposta ex. art 185 bis c.p.c. deve essere caratterizzata da un contenuto di equità che tenga conto di tutti gli interessi in campo.

Testo integrale:

TRIBUNALE di ROMA
Sez.XIII° ORDINANZA
Il Giudice, dott. Massimo Moriconi, letti gli atti, osserva:
Riservato all'esito di quanto segue la decisione circa l’introduzione di una CTU contabile.
Considerati i gravosi ruoli dei giudici ed i tempi computati in anni per le decisioni delle cause, una tale
soluzione, che va assunta in un ottica non di preconcetto antagonismo giudiziario, ma di reciproca
rispettosa considerazione e valutazione dei reali interessi di ciascuna delle parti, non potrebbe che
essere vantaggiosa per tutte. In particolare si formula la proposta in calce sviluppata, che è parte
integrante di questa ordinanza. Si sottolinea che la proposta del giudice è permeata in questa fase da
un contenuto di equità. Alle parti si assegna termine fino all’udienza di rinvio per il raggiungimento di
un accordo amichevole sulla base di tale proposta. In caso di accordo le parti potranno anche non
comparire; viceversa, in caso di mancato accordo, potranno, volendo, in quella sede fissare a verbale
quali siano state le loro posizioni al riguardo, anche al fine di consentire l’eventuale valutazione
giudiziale della condotta processuale delle parti ai sensi degli artt.91 e 96 III° cpc
P.Q.M.
INVITA le parti a raggiungere un accordo conciliativo/transattivo sulla base della proposta che il
Giudice redige in calce; concedendo termine fino alla data dell’udienza di rinvio;
RINVIA all’udienza del 21.10.2019 h.9,30 per quanto di ragione.-
Roma lì 29/04/2019
Il Giudice dott.cons.Massimo Moriconi
PROPOSTA FORMULATA DAL GIUDICE AI SENSI DELL’ART.185 BIS CPC
Il Giudice, letti gli atti del procedimento, considerate le domande dell’attrice anche sotto il profilo della
perdita di chance;
PROPONE
il pagamento a favore di I Bi ed a carico degli avv.ti Mo Li e Mo Co della somma di €.30.000,00 (da
pagarsi nell’arco di 24 mesi in quattro tranches) oltre €.5.000,00 nonché IVA CAP e spese generali
quale contributo alle spese di questa causa a favore dell'attrice.- Il Giudice dott.Massimo Moriconi

aa aa
Chi è l'autore
Avv. Quagliotti Franca Mediatore Avv. Quagliotti Franca
Avvocato dal 2000. Socia fondatrice dello Studio legale associato Quagliotti Veronelli. Sono esperta in diritto civile. In particolare mi occupo di recupero crediti per conto delle aziende e dei privati, sino alla fase esecutiva mobiliare e immobiliare; ho approfondite esperienze in materia di: diritto di famiglia e dei minori, tutele e amministrazioni di sostegno, successioni e divisioni, condominio, locazioni, proprietà, responsabilità da fatto illecito, inadempimento contrattuale e risarcimen...
continua





Per noi la tutela della privacy è una cosa seria: I dati immessi non vengono usati per scopi pubblicitari, in ottemperanza al D.lgs.196/2003

I campi contrassegnato con (*) sono obbligatori

Invia