Guadagna tempo e denaro con la mediazione obbligatoria, scegli 101 Mediatori!

Rss feed Invia ad un amico
guadagna-tempo-e-denaro-con-la-mediazione-obbligatoria-scegli-101-mediatori-0-30.jpg

L’istituto della Mediazione è uno dei pilastri fondamentali della riforma del processo civile. 101Mediatori è l’Organismo accreditato dal Ministero della giustizia tra i più qualificati presente a livello nazionale sul territorio italiano. Una squadra di professionisti, altamente specializzati, il cui obiettivo primario è la soddisfazione dei propri Clienti. All’ Avvocato e al suo assistito offre infatti un servizio efficiente ed innovativo. Scopri i vantaggi economici e non che la mediazione offre confrontata con la realtà del processo civile nei vari gradi di giudizio. La mediazione è obbligatoria in materia di: condominio, diritti reali, divisione, successioni ereditarie, patti di famiglia, locazione, comodato, affitto di aziende, risarcimento del danno derivante da responsabilità

A cura del Mediatore Avv. Elisabetta De Pasquale da Torino. Letto 654 volte dal 16/01/2018


La Mediazione è l’attività professionale svolta da un soggetto terzo e imparziale rispetto alle parti ed ai loro Avvocati, finalizzata a raggiungere un accordo conciliativo per la composizione di una controversia.
La mediazione è obbligatoria in materia di: condominio, diritti reali, divisione, successioni ereditarie, patti di famiglia, locazione, comodato, affitto di aziende, risarcimento del danno derivante da responsabilità medica, responsabilità sanitaria e da diffamazione con il mezzo della stampa o con altro mezzo di pubblicità, contratti assicurativi, bancari e finanziari.
In questo articolo, Vi esponiamo alcuni dei grandi vantaggi che hanno gli Avvocati con la Mediazione e, in particolare, con la scelta del Gruppo 101Mediatori leader nazionale in questo settore, con i nostri Mediatori altamente qualificati e le nostre policy atte ad agevolare e soddisfare al meglio le Parti ed i loro legali lungo tutto il procedimento.
Quindi, quali sono i vantaggi della Mediazione per gli Avvocati?
Gli Avvocati, pratici delle aule dei Tribunali, ben sanno quanto lungo e snervante possa essere un procedimento civile, dal suo inizio alla sua conclusione.
Poniamo l’esempio di una causa per il risarcimento del danno da responsabilità medica.
Prima dell’introduzione dell’istituto della Mediazione, a seguito di trattativa stragiudiziale per prevenire la lite, il legale doveva subito instaurare la causa civile al fine del risarcimento dei danni patrimoniali e non patrimoniali del suo assistito.
 Quindi, redazione e poi notifica dell’atto di citazione, data di prima udienza almeno a 90 giorni dalla notificazione dell’atto introduttivo, fissazione dell’udienza, il più delle volte ex art. 168 bis, V comma, c.p.c., e ancora la redazione delle memorie, le numerose udienze successive alla prima, tra le quali quelle per l’audizione dei testimoni, l’espletamento della CTU, fino ad arrivare all’udienza di precisazione delle conclusioni e, quindi, dopo il deposito delle conclusionali e repliche, alla tanto agognata sentenza.
E questo è solo il primo grado di giudizio!
Anche nel Foro di Torino - in cui il Gruppo 101Mediatori è lieto di comunicarVi di aver aperto una nuova sede - che, come è noto, è uno dei più celeri d’Italia quanto a definizione dei procedimenti, il tempo per iniziare e concludere una causa civile di primo grado può essere stimato in circa due anni, se non tre!
Con l’entrata in vigore della Mediazione si è data la concreta e seria possibilità di modificare in melius i tempi di definizione delle controversie.
Infatti, il tempo massimo di una Mediazione è di tre mesi e in questi tre mesi l’istante depositerà la domanda, il convenuto aderirà, verrà designato il Mediatore, si avrà il primo incontro e quindi quelli successivi, con sessioni congiunte e separate, con l’eventuale espletamento di una CTU e, infine, si giungerà alla conclusione del procedimento che, se positiva, avrà definito una volta per tutte la controversia insorta tra le parti.
È assolutamente evidente come la Mediazione eviti il dispendio del prezioso tempo degli Avvocati i quali con pochi incontri presso l’Organismo di Mediazione prescelto, potranno chiudere l’insorta lite in pochi giorni, con il sicuro plauso dei propri clienti i quali saranno grati agli Avvocati che li rappresentano di aver fatto loro evitare le ansie e le svariate problematiche che un giudizio comporta. A ciò si aggiunga, la soddisfazione di aver ottenuto quanto di ragione in un lasso temporale minimo e, se del caso, ricostruito il rapporto con la controparte in chiave positiva.
Ma il vantaggio non è solo questo!
Infatti, oltre al tempo risparmiato c’è anche un altro e, non da poco, aspetto da porre in rilievo, ossia il compenso dell’Avvocato.
Proprio su questo punto, è necessario porre mente ad alcune ulteriori considerazioni.
Innanzitutto, spesso capita che il cliente rinunci alla proposizione della domanda per gli elevati costi introduttivi del giudizio (costi elevatissimi per l’acquisto del contributo unificato, spese di notifica, acconti per il legale…); ciò comporta, chiaramente, la perdita del compenso tutto.
Se invece, nonostante, gli elevati costi del giudizio il cliente dovesse accedere alla giustizia per vedersi riconoscere i propri diritti e ragioni, almeno lo si spera, data la conosciuta alea del giudizio, l’Avvocato inizierà a scontrarsi con le difficoltà economiche del proprio assistito il quale, come spesso accade, corrisponderà un primo acconto, forse a distanza di parecchi mesi un secondo ed infine, se soddisfatto, salderà il compenso dovuto, ovvero inizierà il conosciuto “tira e molla” col legale che inasprirà i rapporti fino, a volte, a irrimediabilmente incrinarli.
Anche in questi casi, l’istituto della Mediazione costituisce un enorme vantaggio per gli Avvocati, poiché, intanto, i costi del procedimento sono minimi e di certo invoglieranno le Parti a procedere ed inoltre il compenso dell’Avvocato, oltre a poter essere uno degli elementi della conciliazione, verrà nell’immediato saldato, senza peraltro dover attendere la liquidazione della nota spese da parte di un soggetto terzo qual è il Giudice.
Cliccando sul link qui di seguito potrete simulare il Vostro compenso professionale per il procedimento di Mediazione: https://www.101mediatori.it/pagina/calcola-il-tuo-onorario.
Il Gruppo 101 Mediatori è l’Organismo che fa per Voi!
Infatti, poniamo da sempre molta attenzione a questi aspetti e i nostri Mediatori, Avvocati essi stessi, ben sono consapevoli di quanto sia importante per i professionisti legali il loro tempo e i costi legati al medesimo.
Presso il nostro Organismo la celerità del procedimento è fondamentale: dal deposito online della domanda, dalle comunicazioni alle parti convenute che vengono disposte dalla nostra Segreteria, dall’adesione del convenuto anch’essa online, alcun onere incombe sull’Avvocato il quale dovrà unicamente partecipare agli incontri presso nostra la sede con il proprio cliente, alla presenza del Mediatore designato. Quest’ultimo ha quale compito precipuo quello di addivenire alla risoluzione condivisa tra le Parti della controversia tra di loro insorta, con l’ausilio dei rispettivi Avvocati la cui opera professionale è per noi fondamentale.
Sul nostro sito https://www.101mediatori.it/pagina/opinioni, potrete trovare oltre 800 opinioni di Avvocati che, dopo aver provato i nostri servizi, hanno deciso di dedicare il loro tempo per scrivere ottime recensioni su di noi.
Siamo una squadra di professionisti, altamente specializzati, che ha come obiettivo primario la soddisfazione dei propri Clienti!
L’istituto della Mediazione è uno dei pilastri fondamentali della riforma del processo civile e il Gruppo 101Mediatori è l’Organismo più altamente qualificato presente a livello nazionale.
Approfitta oggi stesso della nostra esperienza che è impegno, professionalità e qualità e deposita la tua mediazione QUI! https://www.101mediatori.it/MediationRequest?idCompany=1

aa aa
Chi è l'autore
Avv. Elisabetta De Pasquale Mediatore Avv. Elisabetta De Pasquale
Sono fortemente convinta che l’istituto della mediazione sia lo strumento più utile che oggi abbiamo a disposizione per la gestione dei conflitti inter partes, poiché per conseguire una vittoria non è necessaria una guerra e ognuno di noi, cercando di comprendersi vicendevolmente, può trovare soluzioni ragionevoli ed eque per il raggiungimento dei propri obiettivi individuali.
Mi sono laureata in giurisprudenza con lode, presso l’Università degli Studi di Torino e ho frequentato la Scuola di Sp...
continua





Per noi la tutela della privacy è una cosa seria: I dati immessi non vengono usati per scopi pubblicitari, in ottemperanza al D.lgs.196/2003

I campi contrassegnato con (*) sono obbligatori

Invia