Il dlgs 28/2010 riformato dal dlgs 149/2022 (cd riforma Cartabia) è entrato in vigore il 1° luglio 2023

Rss feed

il CNDCEC ha chiesto al Governo che vengano emanati quanto prima i provvedimenti attuativi della riforma della mediazione, contenuta nel DLgs. 149/2022

Letto 1588 dal 04/07/2023



il-dlgs-28-2010-riformato-dal-dlgs-149-2022-cd-riforma-cartabia-e-entrato-in-vigore-il-1-luglio-2023-1288-69.jpg
Il dlgs 28/2010 riformato dal dlgs 149/2022 (cd riforma Cartabia) è entrato in vigore il 1° luglio 2023. Come è noto, vi sono molte novità in materia di mediazione:
 
 
  • Estensione delle materie della mediazione obbligatoria
  • Valorizzazione e incentivo alla mediazione demandata
  • Codificazione di orientamenti giurisprudenziali
  • Disciplina della formazione di base e di aggiornamento
  • Requisiti degli organismi di mediazione e degli enti di
  • formazione
  • Criteri di valutazione dell’idoneità dei responsabili organismi
  • e responsabili scientifici enti di formazione dei mediatori
  • Svolgimento della procedura con modalità telematiche
  • Incentivi fiscali
  • Estensione del patrocinio a spese dello Stato per i non abbienti
 
 
Importante novità riguarda lo svolgimento del primo incontro informativo.
Il nuovo primo incontro sarà di mediazione effettivo e dunque le parti dovranno essere presenti e dovranno cooperare “in buona fede e lealmente al fine di realizzare un effettivo confronto sulle questioni controverse (nuovo testo del art. 8 comma 6 dlg 28/2010).
La partecipazione al nuovo primo incontro avrà un costo, che verrà stabilito in base al valore della controversia e sarà corrisposto dalle parti oltre all’indennità di avvio, ma in misura inferiore alle attuali indennità complessive oggi versate a seguito dell’adesione.
Nel caso in cui le parti raggiugano l’accordo o decidano di proseguire con successivi incontri, vi sarà l’applicazione di un’indennità integrativa.
 
 
Si ricordano gli articoli introdotti ex novo:
  • Art. 5-bis (Procedimento di opposizione a decreto ingiuntivo)
  • Art. 5-ter  (Legittimazione in mediazione dell’amministratore di condominio)
  • Art. 5-quater (Mediazione demandata dal giudice)
  • Art. 5-quinquies  (Formazione del magistrato, valutazione del contenzioso definito con mediazione demandata e collaborazione)
  • Art. 5-sexies (Mediazione su clausola contrattuale o statutaria)
  • Art. 8-bis (Mediazione in modalità telematica)
  • Art. 11-bis (Accordo di conciliazione sottoscritto dalle amministrazioni pubbliche)
  • CAPO II-bis sul patrocinio a spese dello Stato
 
I commercialisti hanno lanciato un appello al Governo affinché vengano al più presto emanate le norme regolamentari necessarie all’attuazione della riforma. Con un comunicato stampa del 03/07/2023, il CNDCEC ha chiesto al Governo che vengano emanati quanto prima i provvedimenti attuativi della riforma della mediazione, contenuta nel DLgs. 149/2022 (riforma del processo civile), operativa dallo scorso 30 giugno.
“I30 giugno scorso è entrata in vigore la seconda parte della riforma Cartabia sulla mediazione, ma i relativi decreti ministeriali non sono stati ancora emanati. Una situazione che rende di fatto impossibile agli organismi di mediazione pubblici operare nel rispetto della nuova disciplina”.  
 
https://www.ipsoa.it/documents/quotidiano/2023/07/04/commercialisti-riforma-cartabia-occorrono-decreti-ministeriali-mediazione
 
https://www.redazionefiscale.it/c/notizie-flash/40396-mediazione-commercialisti-mancano-i-decreti-per-gli-organismi-impossibile-operare
 
https://www.cfnews.it/avvocatura/il-nuovo-primo-incontro-di-mediazione-un-cambio-di-passo/
 
 
 







ok