Mediazione civile, primo trimestre 2014: in crescita le controversie assicurative e bancarie.

Rss feed

Letto 1285 dal 05/09/2014



mediazione-civile-primo-trimestre-2014-in-crescita-le-controversie-assicurative-e-bancarie-295-26.png
Continua il trend positivio della mediazione civile.
Nel primo trimestre 2014, secondo i dati recentemente pubblicati dal dipartimento di statistica del Ministero della Giustizia, si segnala un forte incremento delle mediazioni (circa 20 mila nuove iscrizioni al mese) soprattutto nel settore assicurativo (39% delle controversie) e bancario (oltre il 15 % delle controversie).
Un picco di iscrizioni raggiunto solo durante i primi mesi della mediazione (luglio 2012) nel suo periodo di massima diffusione.
Entrando più nello specifico, si segnalano due aspetti contrastanti: da un lato l’aumento delle mediazioni in cui l’aderente compare (circa il 40% dei casi), verosimilmente grazie all’impulso positivo fornito dalla recente giurisprudenza di merito secondo cui occorre assicurare la necessaria ed effettiva partecipazione al procedimento, dall’altro, una diminuzione delle definizioni bonarie (circa il 28% dei casi pari a circa 6 mila e 500 procedimenti chiusi).
In aumento anche la partecipazione dei rispettivi legali: il proponente compare assistito dal legale di fiducia nel 35% dei casi, mentre gli aderenti si presentano assistiti dal proprio avvocato nel 26% dei casi.
Infine, riguardo il tasso di definizione per tipologia di organismo, gli ordini professionali, con i loro 114 organismi, si confermano primi per numero di mediazioni concluse (51% circa pari a quasi 10 mila mediazioni, ovvero il 21 % dei casi in cui compare l’aderente) distaccando di poco gli organismi privati.