Pubblicate le risoluzioni n. 23/E e n. 24/E del 14.5.2024 dell’Agenzia delle Entrate: nuovi codici tributo per l’utilizzo, tramite modello F24, del credito di imposta

Rss feed

Attuazione dei decreti del Ministro della giustizia, di concerto con il Ministro dell'economia e delle finanze, del 1° agosto 2023

Letto 414 dal 19/05/2024



pubblicate-le-risoluzioni-n-23-e-e-n-24-e-del-14-5-2024-dell-agenzia-delle-entrate-nuovi-codici-tributo-per-l-utilizzo-tramite-modello-f24-del-credito.jpg
La RISOLUZIONE N. 23/E del 14 maggio 2024 ha ad oggetto l’Istituzione dei codici tributo per l’utilizzo, tramite modello F24, dei crediti di imposta relativi ai procedimenti di mediazione civile e commerciale di cui all'articolo 20, del decreto legislativo 4 marzo 2010, n. 28, in esecuzione dei decreti del Ministro della giustizia, di concerto con il Ministro dell'economia e delle finanze, del 1° agosto 2023
(si veda https://www.101mediatori.it/news-mediazione/pubblicati-ieri-i-decreti-del-ministero-della-giustizia-1-agosto-2023-riguardanti-gli-incentivi-fiscali-sotto-forma-di-credito-di-imposta-e-la-1298.aspx).

I codici stabiliti sono i seguenti:
  • “7067” - denominato “Credito d’imposta – Incentivi fiscali mediazione civile e commerciale – indennità ODM e compenso avvocato - Articolo 20 del decreto legislativo 4 marzo 2010, n. 28”;
  • “7068” - denominato “Credito d’imposta – Incentivi fiscali mediazione civile e commerciale – contributo unificato - Articolo 20 del decreto legislativo 4 marzo 2010, n. 28”;
  • “7069” - denominato “Credito d’imposta – Incentivi fiscali mediazione civile e commerciale – ODM - Articolo 20 del decreto legislativo 4 marzo 2010, n. 28”.

La RISOLUZIONE N. 24/E del 14 maggio 2024 ha ad oggetto l’istituzione del codice tributo per l’utilizzo, tramite modello F24, del credito di imposta spettante all’avvocato della parte ammessa al patrocinio a spese dello Stato nelle procedure di mediazione e negoziazione assistita, anch’essa in esecuzione dei decreti del Ministro della giustizia, di concerto con il Ministro dell'economia e delle finanze, del 1° agosto 2023 di cui sopra.
Il codice stabilito è il seguente
  • “7070” - denominato “Credito d’imposta - patrocinio a spese dello Stato nella mediazione civile e commerciale e negoziazione assistita nei casi previsti dagli articoli 5, comma 1, e 5-quater, del decreto legislativo 4 marzo 2010, n. 28 e dall'articolo 3 del decreto-legge 12 settembre 2014, n. 132”.

Tali crediti di imposta sono utilizzabili in compensazione, ai sensi dell'articolo 17 del decreto legislativo 9 luglio 1997, n. 241, tramite modello F24, presentato, a pena di rifiuto dell'operazione di versamento, esclusivamente tramite i servizi telematici messi a disposizione dalla Agenzia delle entrate. Il Ministero della Giustizia, ai sensi dell’articolo 14, comma 1, dei decreti 1.8.23 trasmette telematicamente all’Agenzia delle entrate l’elenco dei soggetti ammessi a fruire dell’agevolazione e l’importo del credito concesso, nonché le eventuali variazioni e revoche, anche parziali. Ciascun beneficiario può visualizzare l’ammontare dell’agevolazione fruibile in compensazione, comunicato dal Ministero della Giustizia, tramite il proprio cassetto fiscale accessibile dall’area riservata del sito internet dell’Agenzia delle entrate.
https://www.agenziaentrate.gov.it/portale/web/guest/elenco-risoluzioni-istitutive-di-codici-tributo-2024
 
 
https://www.informazionefiscale.it/bonus-mediazione-gratuito-patrocinio-crediti-d-imposta-codici-tributo-compensazione#google_vignette
 
 
 









ok