Il verbale di mediazione è titolo idoneo per l’iscrizione dell’ipoteca giudiziale

Rss feed Invia ad un amico
Avv. Annamaria Delli Noci

Tribunale di Ascoli Piceno, ordinanza del 11-10-2017

A cura del Mediatore Avv. Annamaria Delli Noci da Lecce.
Letto 629 dal 19/03/2018

Commento:
È errata la scelta del conservatore che giustifica l’iscrizione con riserva dell’ipoteca adducendo la mancanza dei requisiti dettati dall’articolo 2818 c.c. nel verbale di mediazione.
L’articolo 12 del D.Lgs. 28/2010 è estremamente chiaro nell’individuare il verbale di mediazione come titolo idoneo a giustificare l’iscrizione dell’ipoteca su un bene immobile.
La previsione contenuta nell’articolo 2818, infatti, deve essere integrata con quanto dettato dall’articolo 12 e, di conseguenza, ben può il verbale di mediazione fondare una “autonoma ipotesi di ipoteca giudiziale speciale rispetto alla disciplina codicistica".

Testo integrale:

aa aa
Chi è l'autore
Avv. Annamaria Delli Noci Mediatore Avv. Annamaria Delli Noci
Avvocato iscritta all'albo degli avvocati di Lecce sin dal 1996 ove esercita con continuità la professione forense.
Da sempre ha una spiccata propensione alla conciliazione e al componimento bonario delle vicende giudiziarie, anche mediante il ricoso, ove possibile all'istituto dell'arbitrato.

E' mediatore civile e commerciale dal 2011 e si occupa di diritto civile, contrattualistica, diritti reali, successioni: Esperta di diritto dei marchi di impresa: solo nel 2010 ha curato circa 80 regi...
continua





Per noi la tutela della privacy è una cosa seria: I dati immessi non vengono usati per scopi pubblicitari, in ottemperanza al D.lgs.196/2003

I campi contrassegnato con (*) sono obbligatori

Invia