Non si può rifiutare la mediazione perché ci si sente dalla parte della ragione

Rss feed Invia ad un amico
Avv. Carlotta  Calabresi

Ordinanza Tribunale di Roma, sezione XIII, 11 gennaio 2021, estensore Massimo Moriconi

A cura del Mediatore Avv. Carlotta Calabresi da Roma.
Letto 421 dal 26/05/2021

Commento:
In questa ordinanza il magistrato romano Massimo Moriconi afferma che: “Il giudice non condivide tale pregiudiziale opposizione ad intavolare qualsivoglia trattativa. Come espresso in innumerevoli provvedimenti anche editi on line, rifuggire dal percorso di mediazione sulla base della preventiva convinzione di essere dalla parte della ragione, costituisce una evidente e insanabile aporia, alla stregua della quale l’istituto della mediazione (come pure qualsiasi altro percorso diretto a perseguire un accordo) , sarebbe un inutile orpello .” Egli afferma inoltre che: “Peraltro, è incomprensibile come si possa assumere un atteggiamento così tetragono per chi conosca il sistema normativo e quello giudiziario del Paese ove la certezza degli esiti del giudizio, qualsiasi cosa ciò voglia significare, non esiste né è mai esistita.” Moriconi dà atto che nella precedente mediazione conclusasi negativamente era comparso unicamente il legale della società. Il magistrato dunque esorta l’organismo adito a verificare i poteri di rappresentanza.

Testo integrale:

Allegati:

aa
Chi è l'autore
Avv. Carlotta  Calabresi Mediatore Avv. Carlotta Calabresi
Sono giurista e mi interesso di diritto privato comparato che insegno all'Università Luiss in quanto titolare di contratto di ricerca. Nella mia vita professionale mi sono occupata di arbitrati e risoluzione alternativa di controversie. Ho lavorato in diversi studi legali e sono stata iscritta all'Albo degli Avvocati di Roma. Mi occupo anche di traduzioni legali dall'inglese e dal francese perché avendo vissuto e studiato all'estero amo molto le lingue. Adoro il lavoro di mediatore perché conson...
continua





Per noi la tutela della privacy è una cosa seria: I dati immessi non vengono usati per scopi pubblicitari, in ottemperanza al D.lgs.196/2003

I campi contrassegnato con (*) sono obbligatori

Invia