Ripetizione delle spese in mediazione: si pronuncia la Cassazione.

Rss feed Invia ad un amico
Avv. Monica  Allulli

Corte di Cassazione, sentenza del 14/05/2019 n. 12712

A cura del Mediatore Avv. Monica Allulli da Roma.
Letto 622 dal 16/07/2019

Commento:
Il giudice, per mezzo di un provvedimento adeguatamente motivato e, qualora ricorrano gravi ed eccezionali ragioni, può decidere, ex art. 13 dlgs 28/2010, di escludere la ripetizione delle spese sostenute dal vincitore per l'indennità corrisposta al mediatore. Ciò a patto che il contenuto del provvedimento che definisce il giudizio non corrisponda interamente al contenuto della proposta. Detti "gravi e eccezionali motivi", però, non sussistono quando la decisione del giudice è caratterizzata da una riduzione, seppur forte, del petitum. La diminuzione del petitum, infatti, è un evento frequente nella vita di un procedimento e, giammai, può ricoprire lo status di "grave ed eccezionale motivo". 

Testo integrale:

aa aa
Chi è l'autore
Avv. Monica  Allulli Mediatore Avv. Monica Allulli
Quando ho esercitato l'attività di avvocato a Genova mi sono "meritata" la definizione di "avvocato di pace" nel senso che pur essendo iscritta all'albo dal 1996 seguo i miei clienti indirizzandoli a perseguire la via stragiudiziale. Questo mi ha portato a specializzarmi nel settore della mediazione civile e familiare perchè credo fermamente nella capacità delle persone, adeguatamente sostenute, di risolvere i conflitti, raggiungendo al meglio la propria soddisfazione .
Qualcuno prima di me h...
continua





Per noi la tutela della privacy è una cosa seria: I dati immessi non vengono usati per scopi pubblicitari, in ottemperanza al D.lgs.196/2003

I campi contrassegnato con (*) sono obbligatori

Invia